L'omega 3, il superfood per la bellezza della nostra pelle

L’omega 3, il superfood per la bellezza della nostra pelle

L’omega 3, il superfood per la bellezza della nostra pelle 1200 800 INES ALEXANDRA
Cosa sono gli Omega 3:
Sono acidi grassi essenziali necessari per il corretto funzionamento del nostro organismo.
Non solo compongono la membrana cellulare, ma anche il film idrolipidico della nostra pelle. Il film idrolipidico è responsabile per la salute della nostra pelle, la sua difesa, idratazione, elasticità e giovinezza.
Essendo un antinfiammatorio naturale eccezionale, l’Omega 3 può curare patologia diffuse della pelle come  la dermatite o la psoriasi.
Ma l’Omega 3 è anche un’eccellente superfood anti invecchiamento!
E benefico per tutto l’organismo, il sistema cardiovascolare, il cervello e la vista.
La più alta concentrazione di questo superfood si trova nel pesce azzurro, nel merluzzo e nel salmone.
Il famoso dermatologo americano dottor Nicholas Perricone, guru antietà delle star hollywoodiane, prescrive una dieta a base di  salmone alle sue clienti.
Una dieta ricca di Omega 3, mirata a ridurre drasticamente l’infiammazione delle cellule e quindi a rendere la pelle sana, elastica e più giovane a lungo.
La sua conclusione è che cattive scelte alimentari e un deficit di Omega 3 sono direttamente responsabili  di rughe, tessuti rilassati, malattie degenerative e invecchiamento precoce.

E ha ragione: l’Omega 3, che non viene prodotto dal nostro organismo, ma deve essere assunto, ha un effetto strabiliante su tutto il nostro organismo e soprattutto sul nostro organo più grande, la pelle!
Una dieta ben bilanciata e ricca di Omega 3 quindi ci proteggerà dall’invecchiamento e ha un effetto ringiovanente.

Chi non ama assumere pesce o non ne assume abbastanza può optare per un buon integratore.

I principali Grassi Omega 3:
ALA (acido alfa linolenico)
EPA (acido eicoisapentenoico)
DHA (acido docosaesaenoico)

ALA, l’Omega 3 vegetale:
L’Omega 3 vegetale si trova in alimenti come le noci,  l’olio di lino, l’olio di colza e di canapa  e nei semi di chia.
Questi Omega 3 purtroppo vengano assorbiti e convertiti solo in piccola parte, circa il 5%, dal nostro organismo, perciò la biodisponibilità degli ALA è molto bassa.
C’è una speranza però per vegetariani e vegani: le alghe!
EPA e DHA:
Gli Omega 3 più biodisponibili, EPA e DHA, si trovano nell’olio di pesce, nei calamari, crostacei e nelle alghe.
Le alghe Schizochytrium e Crypthecodinium cohnii  hanno un’altissima concentrazione di EPA e DHA.
Rappresentano infatti la principale fonte alimentare per i pesci che se ne nutrono.

Quali caratteristiche deve quindi avere un buon integratore di Omega 3:
Abbiamo visto che un buon Omega 3 deve essere composto da EPA e DHA,  che può derivare da un olio di pesce oppure da un olio vegetale proveniente da alghe.
Un’integrazione di questo tipo dovrebbe essere costante e durare un minimo di 6 mesi.
Inoltre, un buon Omega 3 derivato dal pesce dovrebbe avere la certificazione MSC, che garantisce una pesca responsabile, insieme a dati che attestano l’assenza di metalli pesanti.
Un altro punto importante è la tracciabilità del prodotto che dovrebbe essere indicata sulla confezione, ci informa sulla freschezza dell’olio, dove e quando è stato lavorato.
Con tutte queste caratteristiche siamo certi di assumere un prodotto sicuro per noi e per l’ambiente.
Omega 3 è un vero superfood per la salute, il benessere e la bellezza della nostra pelle!
L’hai mai provato?